Daniel Quinn
Solo parole


Traduzione di Dr-Jackal (nrt_ita@libero.it)
Originale tratto da: www.ishmael.org
Le altre opere di Daniel Quinn sono disponibili in italiano nel sito:
NuovaRivoluzioneTribale.uphero.com

Leggi su SlideShare
Scarica in: PDF, DOC
EPUB, LIT, MOBI, FB2


In vari modi, le persone mi dicono spesso di volere di più che "solo parole" sul salvare il mondo. Vogliono un piano d'azione. Be', io penso molto lentamente, quindi per molto tempo ho accettato in maniera rassegnata questo pugno sul mento (dopotutto, come scrittore, la mia intera vita è "solo parole"). Di recente ho cominciato a capire che questa storia del "solo parole" è un'accusa davvero infondata.

Benché descrivano molta "azione", le sacre scritture ebraiche sono, ovviamente, "solo parole". Queste parole, comunque, sono il fondamento della cultura ebraica, la colla che ha tenuto insieme gli ebrei come popolo dai tempi antichi al presente. Questa particolare collezione di parole era tanto potente ai tempi di Cristo quanto lo era sempre stata, e fu su di essa che Cristo costruì i propri insegnamenti - la propria variante personale di "solo parole".

La Cristianità (anche più dell'Ebraismo) è costruita su "solo parole", a cominciare con le lettere dei primi leader cristiani e con i Vangeli, che alla fine vennero raccolti in un singolo volume di "solo parole" conosciuto come il Nuovo Testamento. Ma oltre a questo, fu il vasto sgorgare di "solo parole" nei primi secoli dell'era cristiana che formulò il significato della Cristianità che tutte le generazioni successive avrebbero conosciuto. Alla fine, la Cristianità cominciò a frammentarsi, sempre sulla base soltanto di parole. Ovviamente sono "solo parole" a separare i Luterani dai Battisti, gli Episcopali dai Congregazionalisti. In effetti, tutto ciò che possono dire di avere in comune è la Bibbia stessa - composta da sole parole, naturalmente.

Non c'è bisogno di dire che il Confucianesimo, il fondamento della vita cinese dai tempi antichi fino a pochi decenni fa, era basato inequivocabilmente su "solo parole", in questo caso una collezione di detti conosciuti come "Analetti", attribuiti a Confucio.

Aristotele, Socrate e Platone naturalmente erano tutti "solo parole", anche se hanno plasmato la civiltà occidentale molto più di qualunque agitatore della storia.

Quando nel 1215 i seguaci di Re Giovanni al Runnymede vollero sapere esattamente in che situazione si trovassero, chiesero qualcosa di scritto. Questo particolare frammento di "solo parole" è conosciuto come la Magna Carta, un documento innovativo che è il precursore di ogni carta dei diritti del mondo.

Non c'è bisogno di dirlo, la Dichiarazione di Indipendenza, la Costituzione degli Stati Uniti e lo Statuto delle Nazioni Unite sono tutti "solo parole".

Per i primi vent'anni della sua carriera, Adolf Hitler venne quasi universalmente liquidato come "solo parole" - specialmente quanto affermò enfaticamente la propria intenzione di liberarsi degli ebrei. Ma alla fine Charles Darwin, Sigmund Freud e Albert Einstein - tutti "solo parole" anch'essi - hanno avuto un effetto più fondamentale e duraturo sul mondo dell'architetto del Terzo Reich.

Benché la rivoluzione comunista (guidata da "uomini d'azione") alla fine si sia dimostrata un fallimento spettacolare, le "solo parole" che l'hanno ispirata rimangono vive e vegete. I lavori di Karl Marx sono letti più ampiamente oggi di quanto lo fossero un secolo fa.

Edward George Bulwer-Lytton probabilmente è destinato a diventare un autore dimenticato, ma verrà sicuramente ricordato per aver detto una cosa, che la penna è più potente della spada. E' un bel pensiero, non è vero? Certo ma, ehi, siamo realistici.

Sappiamo tutti che sono solo parole.


(Scarica in: PDF, DOCEPUB, LIT, MOBI, FB2)



<--- Torna alla lista di saggi e discorsi
HOME PAGE